Proverbio del giorno

Ci ‘a mugghière tene tuerte, jè ‘u marite ca cerche scuse!

Se la moglie ha torto, è il marito a chiedere scusa. (Fonte Enzo Risolvo)

Michele Riondino

Un tarantino al giorno

Michele Riondino (Taranto 1979) E’ un popolare attore, protagonista di lavori teatrali, film e fiction televisive. Dopo aver frequentato l’Accademia nazionale d’arte drammatica di Roma, ha iniziato un’intensa carriera artistica che lo ha portato a ricevere numerosi e prestigiosi riconoscimenti. Proprio oggi 1 giugno, su Rai 1 alle 21,25, andrà in onda la replica della prima puntata de “Il giovane Montalbano”, miniserie tratta dai romanzi di Andrea Camilleri. Riondino, che ha lavorato anche per la serie televisiva Distretto di Polizia ed è stato l’attore protagonista della fiction dedicata a Pietro Mennea, è noto per il suo impegno ambientalista in difesa della sua città. E’ direttore artistico (insieme a Roy Paci e all’altro tarantino Diodato) del “Primo Maggio tarantino”, ideato dal Comitato cittadini e lavoratori liberi e pensanti.

Una scuola al giorno

L’edificio scolastico situato in via Solito è intitolato a Emanuele Basile (Taranto, 1949 – Monreale (Palermo) 1980). Capitano dei Carabinieri, Medaglia d’oro al valor civile alla memoria, era il comandante della Compagnia di Monreale. Nella città siciliana venne ucciso da un killer della mafia che gli sparò alle spalle, mentre era in strada con in braccio la figlia di appena 4 anni. Aveva condotto diverse indagini sui traffici illeciti dei “corleonesi”, facendo arrestare pochi mesi prima della sua morte alcuni membri della famiglia di Altofonte e denunciando Leoluca Bagarella. Indagò anche su Totò Riina, collaborando con il magistrato Paolo Borsellino, anch’egli ucciso in un attentato di “Cosa nostra” dodici anni dopo a Palermo.

Emanuele Basile

Un libro al giorno

TESORI DI PUGLIA di Nello De Gregorio – Scorpione editrice

Appassionato di archeologia e di storia dell’arte, Nello De Gregorio ci accompagna in un’ideale passeggiata archeologica fra Messapi, Greci, Peuceti e Dauni. 25 siti accuratamente descritti nell’elegante volume, anche con il supporto di fotografie di pregevole fattura (altra passione di De Gregorio) per scoprire luoghi di ricchi di storia, non sempre adeguatamente valorizzati. Un grande patrimonio culturale della nostra regione che – sostiene giustamente l’autore – potrebbe essere meglio sfruttato in termini turistici.

Rubrica a cura di Angelo Caputo

0
SHOP