Proverbio del giorno

Matremònie cumbenàte, spicce semb’a curnesciàte!
(Il matrimonio combinato è destinato …al tradimento) G.Cravero

Anna Fougez

Un tarantino al giorno

Anna Fougez è il nome d’arte di Maria Annina Laganà Pappacena, nata a Taranto nel 1894  e morta a Santa Marinella (Roma)  nel 1966. Diva indiscussa del “varietà” (la più richiesta e pagata in Italia), fu amata dal pubblico per il suo fascino mediterraneo, le sinuose movenze sul palcoscenico e le originali interpretazioni di brani di successo, tra cui “Vipera”. Interpretò anche vari ruoli in film girati a cavallo tra gli anni Dieci e Venti. E’ sepolta nel cimitero San Brunone di Taranto per suo espresso desiderio.

Una scuola al giorno

La scuola di via Lazio, quasi all’angolo con viale Trentino, è intitolata a Leonida da Taranto (320-260 a.C.) . Spesso confuso erroneamente con Leonida re di Sparta eroe della battaglia delle Termopili, fu un raffinato poeta autore dei famosi epigrammi raccolti nella “Antologia palatina”. Si rifugiò ad Alessandria d’Egitto, dove morì, ricordando sempre la sua terra natia “Riposo molto lontano dalla terra d’Italia
e di Taranto mia Patria e ciò m’è più amaro della morte”.
I suoi versi furono tradotti dal premio Nobel per la Letteratura 1959 Salvatore Quasimodo.

leonida da taranto

Un libro al giorno

TARANTO…TARANTINA di Cosimo Acquaviva – Edizioni Archita

Questo prezioso contributo allo studio delle tradizioni popolari, ristampato nel 2005 dopo la prima edizione risalente al 1931, è un’opera dell’avvocato Cosimo Acquaviva, padre di Giovanni (già direttore del quotidiano tarantino Corriere del Giorno). Dai giochi di strada alle canzoni del popolo, dai mestieri di una volta alle cantilene per la “ninna nanna”, sino alle espressioni dialettali più curiose e divertenti. Con tono leggero, ma con dovizia di particolari, Acquaviva ci racconta un mondo semplice, in parte scomparso, che appartiene a pieno titolo alla cultura tarantina.

(Opera disponibile nella Casa del Confratello di via Anfiteatro 133)

Rubrica a cura di Angelo Caputo

0
SHOP