Proverbio del giorno

Prime de strulecà cu le parole, refliètte buène e sciàcquete ‘na mole (G.Cravero)
(Prima di straparlare, rifletti bene e sciacquati la bocca)

Un tarantino al giorno

Facciamo una doverosa eccezione per chi non è nato nella nostra città, ma che ormai da anni è un simbolo di tarantinità: Erasmo Iacovone. Nato nel 1952 a Capracotta (Isernia) è stato un calciatore di grande valore. Giunse a Taranto nel 1976 dopo aver giocato in diverse squadre, tra cui Triestina, Carpi e Mantova. Un centravanti dotato di grande fiuto del gol e soprattutto di un’eccezionale elevazione nei colpi di testa. Morì a soli 26 anni nel 1978, travolto con la sua auto da una vettura che procedeva ad altissima velocità. Lo stadio tarantino, da allora, è intitolato al suo nome.

Una scuola al giorno

L’istituto scolastico di via Dante, ubicato di fronte al “Cabrini”, è intitolato ad Augusto Righi (Bologna 1850 –  1920).  Fisico e Senatore del Regno d’Italia, si dedicò in particolare allo studio delle proprietà elettromagnetiche. Creò macchine originali come un oscillatore per la lunghezza d’onda e il cosiddetto “doppio pendolo di Righi”. Alle sue ricerche si sono ispirate le invenzioni del telegrafo senza fili e della radio che ebbero come protagonista uno dei suoi allievi più assidui: Guglielmo Marconi.

‘U MEGGHIE D’U MEGGHIE di Claudio Frascella – Scorpione editrice

Un libro al giorno

‘U MEGGHIE D’U MEGGHIE di Claudio Frascella – Scorpione editrice

Rilettura antologica dei primi due volumi dello stesso autore (giornalista, scrittore e conduttore di programmi radiofonici) dedicati, con lo stesso filone, a pregi, difetti, tic e manie dei tarantini. La prosa è leggera e godibilissima, capace di strappare più di una risata, in un libro che fa anche riflettere e che utilizza spesso un dialetto non classico, ma contemporaneo.

 

(Opera disponibile nella Casa del Confratello di via Anfiteatro 133)

Rubrica a cura di Angelo Caputo

0
SHOP