Proverbio del giorno

A ddo patrùne no sse po’ ssèrvere

(Non si possono servire due padroni. – Tenere un piede in due scarpe non è consigliabile…)

PIERO abruzzese

   Foto da lastampa.it

Un tarantino al giorno

Piero Abbruzzese (Taranto,1950). Dopo la laurea in medicina si è specializzato negli Stati Uniti, per poi lavorare in diversi ospedali italiani. Ha prestato servizio negli ospedali da campo allestiti in Kosovo, Afghanistan e Sudan, in collaborazione con Emergency di Gino Strada. In Somalia ha contribuito alla costruzione di un ospedale infantile dove sono stati curati gratuitamente decine di migliaia di bambini. E’ stato Primario di Cardiochirurgia infantile all’ospedale «Regina Margherita» di Torino e direttore del dipartimento di Chirurgia pediatrica generale e specialistica. Ha pubblicato nel 2016 il romanzo “Cuore di Figlio” dedicato al figlio Carlo, morto a vent’anni per una malattia cardiaca.

Una scuola al giorno

L’edificio scolastico di via Abruzzo, liceo classico fondato nel 1968 poi accorpato al liceo scientifico Ferraris, è intitolato a Quinto Ennio (Rudiae – LE 239 a.C.- Roma 169 a.C.), poeta, scrittore e drammaturgo. La sua opera più famosa, “Annales”, è composta da 18 libri che pubblicò in  gruppi di sei o tre. Dei trentamila versi originari ne sono rimasti solo seicentocinquanta. L’obiettivo di Quinto Ennio era quello di comporre un poema epico romano da contrapporre ai grandi poemi epici di derivazione greca, come l’Iliade e l’Odissea. Negli “Annales”, opera per la quale venne definito padre dell’epica, introdusse per la prima volta l’esametro nella poesia latina. Nella sua produzione letteraria figurano inoltre tragedie e commedie.

Foto da biografieonline.it

Un libro al giorno

TARANTO, LA CHIESA E LA CITTA’ NEL NOVECENTO di Vittorio de Marco – Scorpione editrice

Il volume del docente universitario Vittorio De Marco racconta i principali avvenimenti che hanno caratterizzato il XX secolo della città di Taranto e il ruolo svolto dalla Chiesa locale. Un’opera in cui personaggi, vicende sociali, religiose, politiche ed economiche si intrecciano con i rapporti tra Stato e Chiesa: dal periodo giolittiano alla guerra di Libia sino al primo conflitto mondiale. E poi il fascismo, le leggi razziali, la seconda guerra mondiale e la ricostruzione del secondo dopoguerra,  il processo di industrializzazione del Mezzogiorno,  il referendum sul divorzio, la crisi della politica negli anni Ottanta/Novanta e la solidarietà della Chiesa al mondo del lavoro sono altri temi trattati con dovizia di particolari e rigore documentale in un libro di grande spessore storico-culturale.

 

(Opera disponibile nella Casa del confratello, in via Anfiteatro 133)

Rubrica a cura di Angelo Caputo

0
SHOP